Ricette

#NUOVARICETTA: SPAGHETTI DI FARRO INTEGRALE BIO CON VELLUTATA DI ZUCCA, ZUCCHINI E SALVIA

Gennaio è un mese freddo, lungo e per molti di noi tedioso. Ecco perché oggi abbiamo intenzione di allietarvi proponendovi  un piatto ricco di buone cose, tra vitamine, sostanze nutritive e fibre in grado di tirarvi su, e con la mente e con il corpo. La ricetta è semplice ma incredibilmente saporita: Spaghetti di farro bio (a produzione LUZI e marchio Conad) con vellutata di zucca, zucchini e salvia.

Ricominciare dopo una sezione di vacanze, di tempo trascorso in famiglia, con gli amici, di passeggiate e di riposini non è la cosa più semplice del mondo. Per questo è fondamentale aiutare il fisico e l’umore a riequilibrare i propri ritmi quotidiani attraverso una alimentazione salutare e preziosa per il nostro benessere, oltre che gustosa.

I nostri campi di farro a coltura biologica nel Centro Italia sono strigliati per benino in questo periodo dell’anno per permettere alle piante di rinvigorirsi per la prossima primavera. E mentre attendiamo che ciò succeda ci godiamo i frutti raccolti in precedenza e diventati finalmente piatti prelibati sulle vostre tavole.

Prima di presentarvi quest’altra deliziosa ricetta degli Spaghetti di farro integrale bio con vellutata di zucca, zucchini e salvia, vogliamo ricordarvi che le nostre farine sono rigorosamente macinate a pietra con un impianto che sfrutta l’energia rinnovabile del sole e trafilate artigianalmente al bronzo. Per queste preziose caratteristiche è sempre meglio scolare la pasta prima che sia cotta definitivamente e procedere alla consueta mantecatura.

Andiamo con ordine ed elenchiamo gli ingredienti necessari per quattro persone:

  • 300 grammi di zucca fresca,
  • una patata,
  • metà cipolla,
  • due zucchini freschi,
  • un rametto di salvia,
  • 500 gr di Spaghetti di farro integrale bio,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale,
  • pepe.

Lavare e tagliare a pezzetti la zucca fresca, affettare la cipolla e con una base di olio evo in un tegame, già sul fuoco a bassa temperatura, aggiungere anche gli zucchini a fette e la patata a pezzi più piccoli e sottili. In questo modo le diverse dimensioni delle verdure a pezzi permetteranno una cottura omogenea e sincronica. Lasciare cuocere per circa mezz’ora. Una volta insaporito a piacimento con sale (o lievito alimentare) e pepe, spegnere il fornello e lasciar raffreddare.

A parte, in una padella, soffriggere con dell’olio evo o della margarina listarelle sottili di salvia.

Mettere a bollire l’acqua per la pasta artigianale prodotta per voi da LUZI e salare. Nel frattempo prendere un passaverdura, di quelli meccanici, non elettrici, e passare le verdure ormai quasi del tutto raffreddate. Perdonate la divagazione, ma preferiamo consigliarvi questo genere di attrezzo, a dispetto del mixer, non solo per una sana nostalgia, ma anche e soprattutto perché il mixer con la sua potenza incamera bolle aria nei preparati, e produce, per chi già soffre di gastrite o colite, ulteriore bruciore e aria. Il passaverdure macina i composti senza creare bolle di aria nel cibo e questo è un metodo che consigliamo sopratutto a chi ha bimbi piccoli. E anche perché in questo modo rimarrà intatta in bocca la consistenza di qualche pezzo di verdura.

Ma torniamo alla nostra ricetta. Una volta passate le verdure, poniamo la vellutata nuovamente a scaldare nel tegame per far asciugare l’acqua in eccesso e inseriamo le nostre listarelle di salvia. Scoliamo la pasta e procediamo a una delicata mantecatura.

Il risultato è sorprendente e straordinario per la gola e per gli occhi. Colori caldi della zucca che incorporano quelli freddi della salvia e della zucchina e che ricordano tanto la primavera e mandano via la nostalgia di questi mesi lunghi e invernali.

#buonappetito

Related Posts